Luca 19.45-48

“Sta scrittoCominciò a scacciare i venditori e rovesciò i tavoli dei cambiavalute. La mia casa sarà casa di preghiera. Ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri”

Luca 19.45-48

“I frati non si approprino di nulla, ne casa, ne luogo o alcuna altra cosa. E come pellegrini e forestieri in questo mondo, servendo al Signore in povertà e umiltà, vadano per l’elemosina con fiducia. Ne devono vergognarsi, perchè il Signore si è fatto povero per noi in questo mondo. Questa e l’eccellenza dell’altissima povertà che vi costituisce eredi e re del regno dei cieli, facendoci poveri di cose e ricchi di virtù”

Art. 6 della Regola di S. Francesco

 

One thought on “Luca 19.45-48

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...